top of page

Ruoli “di salvataggio” - il bambino

Ci sono 4 ruoli che recitiamo sempre, per sopravvivere, che modificano il nostro comportamento e quindi la nostra salute; ma se li usiamo per la quotidianità anziché solo per la sopravvivenza, siamo nei casini!!!


Ecco i ruoli:

- bambino/a: rimaniamo dipendenti da qualcuno per soddisfare i nostri bisogni (ed bisogno di un partner per sentirsi amati)


- sabotatore: ci diciamo che non potremo mai farcela e così nemmeno ci proviamo, ci evitiamo i pericoli, e allo stesso tempo perdiamo la possibilità di vivere.


- prostituta: ognuno di noi vende una parte di sé in cambio di qualcosa (es, la sicurezza economica in cambio della felicità). Stipuliamo dei “contratti” tra noi e noi, decidiamo sempre che cosa barattare in cambio di qualcos’altro. Siamo noi i responsabilità dei patti che facciamo con noi stessi.


- vittima: facciamo le vittime per qualcosa che ci è accaduto cercando un colpevole, questo ci solleva dalle nostre responsabilità  (es, un trauma che ci ha cambiato la vita, una situazione difficile da cui non riusciamo a uscirne…) spesso ci “congeliamo” in questo ruolo dicendo “sono fatto così”, ci fa comodo essere vittime, perché non ci fa prendere il coraggio di cambiare la nostra vita e di prenderci la responsabilità delle  nostre emozioni.


Questi sono 4 archetipi di base. Se ne aggiungono altri che cambiano per ognuno di noi.


👶IL RUOLO DEL BAMBINO 👩‍🍼


DESCRIZIONE POTENZIALITÀ

L'archetipo del bambino secondo Jung rappresenta l'elemento primordiale dell'innocenza, della purezza, della spontaneità e della creatività presenti in ogni individuo. Questo archetipo simboleggia la parte più autentica e originaria della psiche umana, che è in grado di percepire il mondo con meraviglia e senza pregiudizi.


IL LATO OMBRA

Il “lato ombra” dell'archetipo del bambino può manifestarsi attraverso l'ingenuità, l'irresponsabilità, l'egoismo e la dipendenza.


Quando l'archetipo  del bambino viene vissuto in modo distorto o non integrato, può portare a comportamenti immaturi, impulsivi e infantili, paura del cambiamento.

Questo lato ombra può manifestarsi anche attraverso la vulnerabilità e la fragilità emotiva, che possono portare a un'eccessiva dipendenza dagli altri o a una costante ricerca di protezione e conforto.


EFFETTI

Spesso sono le nostre parti bambine impaurite, bisognose d’affetto che si recano da un terapeuta/terapista alla ricerca di una figura che le protegga, guidi, rassicuri.

Il professionista ne deve essere consapevole per non assumere il ruolo di padre/madre, così facendo andrebbe ad esacerbare di esacerba la relazione malata.‼️


MALATTIE

Un bambino non ha strumenti, non ha controllo sulla sua vita, è completamente dipendente dagli altri, ne consegue un forte bisogno di controllo e ansia.

Un bambino tende ad esaltare alcune figure di riferimento, perché ha bisogno di sapere che le persone alle quali si affida sono capaci e forti. Questa è una distorsione della realtà.

un bambino non è in grado di gestire i cambiamenti da solo, cercherà qualcuno (un terapista?) che gli dia consigli su come fare “perché io sono stanco di prendere decisioni!”.

Un bambino farà di tutto per non essere abbandonato, farà di tutto per ricevere amore, compreso ammalarsi, mettersi nei guai, farsi male con degli “incidenti”, aggancerà gli altri con la sua insicurezza.

Un incidente che ci faccia rompere una spalla, quel tanto che basta per chiedere la cura degli altri, ma rimanere autonomi. (In questo caso dipende da quanto è forte la richiesta del bambino, che può arrivare a immobilizzarli a letto).


COME RISOLVERE

È importante integrare e riconciliare il bambino interiore con gli altri archetipi presenti nella psiche per raggiungere un equilibrio e una piena realizzazione personale. Conoscere i nostri bisogni di bambini per riconoscere i nostri comportamenti (comprese le tipologie di malattie) che cercano di assecondarlo.


Spesso chiedo ai miei clienti perché vogliano continuare a prendere appuntamento se adesso stanno meglio, la loro risposta mi serve: è importante capire se sto alimentando la loro dipendenza. Quando alcuni di loro si sentono offesi o rifiutati per questa domanda, capisco che il bambino in loro si sta preoccupando.


nei prossimi post la descrizione degli altri ruoli.

______________


39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page